Giornate del malato 2020

Gli eventi legati alla Giornata del malato 2020 prevista domenica 1 marzo sono rinviati a data da definire.

Nel rispetto delle persone degenti nelle strutture sanitarie ticinesi , degli ospiti delle case anziani del Cantone, dei loro parenti e del personale sanitario particolarmente sollecitato in questo periodo, l’Associazione giornate del malato della Svizzera italiana ha deciso di rinunciare agli eventi previsti in Ticino domenica 1 marzo per festeggiare le Giornate del malato 2020, rimandandoli a data da stabilire.
Tale decisione è stata adottata in accordo con la Direzione generale dell’Ente ospedaliero cantonale e con la presidenza dell’Associazione cliniche private ticinesi alla luce delle informazioni circa le modalità di trasmissione del virus COVID-19 che indicano un elevato rischio di trasmissione soprattutto negli ospedali.
In particolare si rinuncia ad effettuare la visita della delegazione ufficiale prevista all’Ospedale EOC di Faido, alla Casa anziani Santa Croce di Faido e alla Casa per anziani Casa Elena Celio di Giornico, così come gli altri numerosi eventi previsti nella quasi totalità delle strutture sanitarie ticinesi.

La serata di presentazione si è svolta il 18 febbraio alla Casa anziani Girotondo di Novazzano.

COMUNICATO STAMPA - Azione covid-19

Si è iniziata mercoledì a Locarno e Lugano la prima fase dell’azione promossa dall’Associazione giornate del Malato della Svizzera italiana (AGMSI), dall’Associazione dei Debriefier della Svizzera italiana (DebriSi) e dall’Associazione Militare Svizzera dei Sottufficiali Ticino a favore del personale attivo negli Ospedali del Ticino, con un investimento complessivo di circa diecimila franchi.

In accordo con le singole direzioni e sull’arco di tre settimane al personale medico, infermieristico, alberghiero, tecnico,  sanitario, di Protezione civile e militare presente negli Ospedali ticinesi interessati dal Piano pandemico covid-19 saranno distribuite 5’000 bottigliette di Tisana Olivone e 1’500 panini, grazie alla collaborazione di Migros Ticino e di Erbe Ticino che garantiscono, tra l’altro, la distribuzione direttamente agli ospedali.

Mercoledì, giovedì e venerdì, sia della settimana in corso sia della prossima, l’azione AGMSI-DebriSi-ASSU interesserà l’Ospedale regionale EOC La Carità di Locarno e la Clinica luganese Moncucco di Lugano. Successivamente saranno raggiunti anche gli ospedali EOC San Giovanni di Bellinzona, Civico e Italiano di Lugano, Beata Vergine di Mendrisio e Cardiocentro Ticino.

Le tre Associazioni con questa azione intendono esprimere concretamente un grande GRAZIE a chi opera negli ospedali del Cantone in questo così difficile momento sanitario e sociale, dimostrando una dedizione ed una competenza esemplare del quale il Ticino tutto va fiero.

Cogliamo l’occasione per invitare i ticinesi e le persone presenti sul territorio cantonale a rispettare le regole di comportamento emanate dall’autorità a protezione di tutta la popolazione, e a rimanere distanti ma vicini.

Uniti ce la faremo!

 

Lugano, 26 marzo 2020

Benvenuti

Nel 1939 la Dott.ssa Martha Nicati, specialista in malattie polmonari, ebbe la magnifica idea di proporre una “GIORNATA DEL MALATO” scegliendo la prima domenica di marzo quale data per la sua ricorrenza. Organizzata a Leysin dal 1939, la manifestazione viene riconosciuta nel 1943 in tutta la Svizzera. Da allora, la giornata viene celebrata annualmente promuovendo buoni rapporti tra i malati e persone sane, favorendo la comprensione per i loro bisogni e riconoscendo l’attività di tutti coloro che si impegnano professionalmente o volontariamente a favore dei pazienti.

Nella Svizzera italiana la «Giornata del Malato» viene organizzata ogni anno dall’AGMSI - Associazione Giornate del Malato della Svizzera Italiana, offrendo ad ogni edizione la possibilità di approfondire un tema particolare legato alla salute e al benessere dei malati.

Tema della giornata

“Non arrendiamoci alla malattia”

L’analisi speciale del Panel delle economie domestiche svizzere indica che circa un terzo della popolazione di età superiore ai 15 anni soffre di una malattia cronica o ha un problema di salute che si protrae da tempo. Oltre la metà di loro lavora o si trova in formazione, mentre un terzo è già in età di pensione. L’importanza di non arrendersi alla malattia è fondamentale e la capacità di impegnarsi in attività di vario genere influisce positivamente sulla percezione della salute. Più del 50% delle persone affette da patologie croniche si impegnano in un gruppo, un’associazione o in attività che favoriscono gli scambi sociali. Mantenere amicizie e contatti quotidiani con persone al di fuori del nucleo familiare significa “normalità”. Promuoviamo questa normalità e non arrendiamoci mai.

Programma

Programma domenica 1 marzo 2020
  • 8.45
    Ospedale EOC,
    Faido,

    incontro con Pazienti, Direzione, Autorità
  • 10.15
    Casa anziani Santa Croce,
    Faido,

    incontro con Ospiti, Direzione, Autorità
  • 11.45
    Casa per anziani Casa Elena Celio,
    Giornico,

    Pranzo e incontro con Ospiti, Direzione, Autorità
Delegazione ufficiale, domenica 1 marzo 2020
Resoconto serata 18 febbraio 2020
Lugano Bassoon Class

Testimonial

2020 Tanja Losa
2019 Yvonne Petrini
2018 André Suter
2017 Christian Broggi

AGMSI

Associazione giornate del malato della Svizzera Italiana

Contatti

Parco Maraini
Via Massagno 36
6900 Lugano

Telefono: 091 / 910 33 11

 

AGMSI

Associazione giornate del malato della Svizzera Italiana


Parco Maraini
Via Massagno 36
6900 Lugano

Telefono: 091 / 910 33 11